La situazione della Xylella fastidiosa in Europa.

Anche in Spagna si parla di xylella fastidiosa. Dal 25 al 27 gennaio, a dimostrare come venga sentita come una minaccia globale, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si terrà a Siviglia il 14° Simposio Nazionale di Protezione delle Piante, che conterrà una sessione dal titolo “Xylella fastidiosa, l’impatto e la situazione attuale nell’Unione europea” e “Le nuove tecnologie applicate alla salute dei vegetali. Potatura dell’ulivo” (foto).

Il simposio è un forum rivolto alle aziende professionali che si occupano di protezione delle colture, la distribuzione, i professionisti della salute delle piante, gli imprenditori e il settore dei produttori agricoli.

Il tema di questa edizione è “Verso il cambiamento“, che secondo l’organizzazione, “aveva intenzione di vedere di prima mano non solo il presente ma il futuro del sistema sanitario nazionale ed europeo delle piante”.

Carlos Leon, coordinatore generale del simposio, ha detto: “Abbiamo voluto fare un programma in grado di riflettere e discutere l’attuale normativa, e, soprattutto, i nuovi modi di comprendere e trattare con l’agricoltura. La bioeconomia, le nuove tecnologie, i nuovi parassiti dovuti ai cambiamenti climatici, in aggiunta alle restrizioni d’uso e le registrazioni fitosanitarie, dobbiamo capire che il modello agricolo cambia rapidamente, quasi ogni giorno. Pertanto, i problemi con l’aggiornamento e le prospettive future sono una parte importante del tema in questa nuova edizione“.

Per maggiori informazioni e iscrizioni: www.fitosymposium.com.