Previsioni Meteo: La "Bufera" dell'Epifania, Befana gelata

Centro Epson Meteo ha diramato ieri, mercoledì, un’allerta su tutta l’Italia a causa delle forti raffiche di vento che interesseranno tutta la regione almeno fino a domenica. La Bufera dell’Epifania, com’è stata ‘battezzata’ dai meteorologi, infatti sta per arrivare e porterà neve e gelo anche al centro-sud già da giovedì pomeriggio e almeno fino a domenica, con velocità dei venti di 90-110 km/h da nord.

Secondo le previsioni, le principali città che vedranno la neve saranno: Ancona, Pescara, Teramo, Chieti, Macerata, Termoli, Campobasso, L’Aquila, Foggia, Bari, Lecce, Matera, Potenza, Benevento, Avellino, Crotone, Cosenza, Catanzaro.

Qualche fiocco di neve è possibile anche a Napoli, Caserta, Lamezia Terme, Reggio Calabria, Palermo, Messina, Trapani, Catania. Sui rilievi etnei, Madonie, Nebrodi e Sila sono previsti oltre 40/50cm di neve, a partire dalle quote medie.

Per la giornata dell’Epifania sono attesi venti forti e gelidi particolarmente al centrosud e sulle isole. Al nord e sulla fascia centrale tirrenica si prevede tempo sereno o poco nuvoloso, e “rovesci nevosi fino al livello mare” tra l’Abruzzo e la Puglia. Neve a basse quote anche in Calabria e nel nord della Sicilia.

Fra venerdì e sabato saranno probabili “giornate di ghiaccio“, in cui la temperatura pomeridiana non supera lo zero, nelle zone interessate dalle nevicate comprese le zone colpite dal terremoto. E sabato è previsto il picco delle temperature più basse.

Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, rende noto che si potrebbero verificare, in queste condizioni cadute di alberi e anche i tetti potrebbero essere danneggiati. Ma non solo. Oggetti di grandi dimensioni, infatti, come tende o impalcature non ben fissati possono essere portati via dal vento. I collegamenti aerei, stradali, ferroviari e lacuali potrebbero subire perturbazioni. Negli impianti del comprensorio sciistico l’esercizio di teleferiche, seggiovie e skilift, potrebbe anche essere sospeso.