Notizie IN

Cometa in via di disintegrazione, Hubble la immortala con foto incredibili

Cometa in via di disintegrazione, Hubble la immortala con foto incredibili.

Il telescopio Hubble cattura immagini mai viste prima di una cometa in via di disintegrazione. Più nitide di tutte le precedenti, le immagini dimostrano che la frammentazione delle comete è probabilmente comune e potrebbe persino essere il meccanismo dominante con cui muoiono i loro nuclei.

Il telescopio spaziale Hubble della NASA e dell’ESA ha fornito agli astronomi la visione più nitida finora della disintegrazione della cometa C / 2019 Y4 (ATLAS), l’oggetto celeste più luminoso presente nel cielo notturno dello scorso anno, dopo la luna. Le fotografie mostrano circa 30 frammenti della fragile cometa, catturati il 20 aprile e altri 25 del 23 aprile.

La cometa è stata scoperta a dicembre 2019 dal sistema robotico di prospezione astronomica ATLAS (Asteroid Terrestrial-Impact Alert System), situato alle Hawaii, negli Stati Uniti. È attualmente all’interno dell’orbita di Marte, ad una distanza di circa 145 milioni di chilometri dalla Terra. Farà il suo approccio più vicino al nostro pianeta il 23 maggio, quando sarà a una distanza di 115 milioni di chilometri.

Alcuni astronomi inizialmente avevano previsto che ATLAS potesse essere visibile ad occhio nudo a maggio, per diventare una delle comete più spettacolari viste negli ultimi due decenni. Tuttavia, il corpo celeste iniziò ad oscurarsi bruscamente, portando gli esperti a ipotizzare che il suo nucleo ghiacciato potesse frammentarsi o persino disintegrarsi. La frammentazione è stata confermata dall’astronomo dilettante José de Queiroz, che ha fotografato tre pezzi della cometa l’11 aprile.

Le nuove osservazioni di Hubble sull’interruzione della cometa del 20 e 23 aprile rivelano che i frammenti spezzati sono avvolti in una coda di polvere di comete illuminata dalla luce del sole. Queste immagini forniscono ulteriori prove del fatto che la frammentazione delle comete è probabilmente comune e può persino essere il meccanismo dominante con cui muoiono i loro nuclei solidi e ghiacciati.

Così il il capo di una delle squadre di osservazione di Hubble, Quanzhi Ye, dell’Università del Maryland (USA):

“Questo è davvero eccitante, sia perché tali eventi sono super curiosi da vedere sia perché non accadono molto spesso. La maggior parte delle comete che hanno frammenti sono troppo deboli per essere viste. Gli eventi su tale scala si verificano solo una o due volte in un decennio”.

Poiché la frammentazione della cometa si verifica rapidamente e in modo imprevedibile, le osservazioni affidabili sono rare. Pertanto, le sue cause non sono chiare. Le ultime immagini di Hubble potrebbero fornire nuovi indizi su questo processo.