Posta su Facebook "morirò da martire a Pisa", sarà espulso dall'Italia

Un tunisino di 26 anni, il cui nome è Bilel Chiaoui, è stato fermato dalla Polizia ieri e adesso verrà espulso dall’Italia. È stato fermato perchè sospettato di essere un jihadista, un terrorista attentatore. Aveva postato, sul suo profilo di Facebook, un messaggio dove evidenziava “la volontà di morire da martire a Pisa“.

Verrà espulso dal nostro paese. Il provvedimento è stato emesso dal prefetto di Pisa e “scaturisce dagli elementi raccolti nell’ambito delle attività condotte dal Ros per prevenire e contrastare il fenomeno dei cosiddetti foreign fighters e lone wolves“. Il tunisino avrebbe anche postato foto di attentati collegandoli al nome degli attentatori. Era arrivato a Pisa dal Piemonte. Sembra sia stato arrestato mentre era in viaggio. Era pronto per colpire la Torre pendente di Pisa (foto).