Turista italiano ad Amsterdam non paga il conto al ristorante, era ricercato in Italia

La storia ha dell’incredibile, ma è vera. Lo scorso venerdì un turista italiano non ha pagato il conto dopo avere consumato un’abbondante cena in un ristorante situato sulla via Zeilstraat, una strada a sud di Amsterdam (Olanda), tra il Amstelveenseweg e Schinkel, conosciuta come una via ricca di negozi.

Mentre si stava allontanando, sfortunatamente per lui, è stato fermato dalla polizia. Immediatamente il 46enne è stato accompagnato negli uffici della Sezione di Polizia, dove ha candidamente mostrato una patente italiana falsa.

Ma a tradire il titolare è stato probabilmente “il tocco” del falsario a cui si era affidato. Il documento esibito riportava infatti un’incongruenza nelle date di rilascio e di scadenza che ha fatto scattare ulteriori accertamenti, da cui è risultato che il possessore era ricercato dalla Polizia italiana per reati di droga e doveva scontare 8 anni. Ora il 46enne, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è in attesa dio essere estradato in Italia. Tuttavia, ha negato che era scappato senza pagare il conto.