Calciomercato:  ultime notizie di Urbano Cairo, presidente del Torino

CAIRO A TUTTI CONVOCATI SU RADIO 24:  VENTURA NON HA RESCISSO CON NOI MA IO DOVEVO PREOCCUPARMI DEL NUOVO ALLENATORE. “Ventura non ha rescisso con noi, la stagione finisce il 30 giugno, ha tutto il tempo per fare le cose per bene. Non faccio nessuna pressione sulla Nazionale, io ho preso una decisione perché non potevo attendere lo sviluppo delle cose, mi dovevo preoccupare di capire chi sarebbe stato il mio nuovo allenatore. Tavecchio farà le cose giuste, sono cose in cui non voglio entrare, è una cosa in mano al presidente federale e a Ventura. Vedremo nelle prossime settimane come evolveranno le cose”. Così Urbano Cairo, presidente del Torino si esprime a Tutti Convocati su Radio 24 in merito alla questione Ventura e prosegue: “Ventura avrebbe anche altre possibilità, ma c’è sempre l’ipotesi Nazionale. Il mio rapporto con lui è eccellente, mi ha chiesto di fargli anche da testimone di nozze mercoledì prossimo. Il rapporto con noi è splendido, si è creato un rapporto  personale di affetto, di amicizia che va avanti oltre il rapporto contrattuale”.

CAIRO A TUTTI CONVOCATI SU RADIO 24: IMMOBILE SE MI CHIEDE DI RISCATTARLO LO FACCIO , MA NON ME LO HA CHIESTO. “Immobile? E’ un giocatore di cui siamo affezionati. Vediamo un po’, siamo in contatto per capire se ha la volontà di rimanere al Toro, che è una cosa fondamentale. In queste due ultime 2 settimane l’ho visto incerto, bisogna capire se il ritorno al Torino di questa stagione è una cosa che è servita a lui per andare in Nazionale, o se il Toro è qualcosa a cui è legato. Se lui mi chiedesse “presidente mi riscatti” io lo farei, ma al momento non l’ha fatto anzi ho avuto indicazioni differenti. Non posso fare un investimento importante con il Siviglia se non c’è la volontà piana del calciatore”.

CAIRO A TUTTI CONVOCATI SU RADIO 24: TAVECCHIO MI HA CHIESTO VENTURA E IO GLIEL’HO LASCIATO – CON MIHAJLOVIC SIAMO STATI VELOCISSIMI.

“siamo stati velocissimi: ci siamo incontrati e accordati subito aspettando che il Milan lo liberasse” cosi Urbano Cairo, presidente del Torino a Tutti Convocati, su Radio 24 e spiega:  “La decisione di prendere Mihajlovic è stata presa rapidamente quando ho visto che c’era l’opportunità per il nostro mister Ventura di andare in Nazionale. Io ho sentito lunedì scorso, quasi 2 settimane fa, il presidente federale Tavecchio che mi ha chiamato molto cortesemente per chiedermi se c’era la possibilità di contattare il nostro mister per la Nazionale. Io gli ho risposto che ne avrei parlato con lui per capire il suo interesse, qualora lo fosse le dico subito di si perché avendo avuto 5 anni bellissimi con Ventura, avendo ottenuto dei buoni risultati, se fosse interessato ad andare in Nazionale non potrei trattenerlo. Così ho fatto, il mister Ventura mi ha dato una sua disponibilità, ho richiamato Tavecchio e gli ho detto di chiamare Ventura e di contattarlo. A questo punto io non potevo certo rimanere scoperto, ed essendoci la possibilità sul mercato di Mihajlovic esonerato dal Milan lo abbiamo contattato abbiamo visto in lui entusiasmo a venire al Torino e abbiamo visto che c’era affinità tra il serbo e il tremendismo granata, siamo stati velocissimi: ci siamo incontrati e accordati subito aspettando che il Milan lo liberasse”.

CAIRO A TUTTI CONVOCATI SU RADIO 24: CHIEDO A MIHAJLOVIC DI CONTINUARE NELLA POLITICA DEI GIOVANI  INIZIATA DA VENTURA. “Chiedo a Mihajlovic di continuare nella politica dei giovani da lanciare iniziata con Ventura 5 anni fa. A lui chiedo di essere la persona ambiziosa che è, la persona determinata e di carattere che ho visto che è”. Cosi Cairo a Tutti convocati su Radio 24.