400 somali dispersi su quattro barconi nel Mediterraneo

Le politiche non stanno portando a nulla di fatto per salvare la vita delle persone a monte di questi fatti. Una tragedia annunciata, l’ennesima quella accaduta a circa 20 miglia dalle coste libiche. Sei cadaveri sono stati recuperati su un gommone carico di migranti diretto verso l’Italia. Inoltre 400 somali risultano dispersi su quattro barconi nel Mediterraneo mentre cercavano di raggiungere l’Italia dall’Egitto.

Lo scrive il Mail online citando la Bbc in arabo, che a sua volta cita media locali. Secondo il tabloid britannico la maggior parte dei migranti fuggiva da Somalia, Etiopia ed Eritrea. Ancora una volta, oggi, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, alcuni barconi pieni di migranti si sono ribaltati forse per l’eccessivo carico, forse per le avverse condizioni del mare, e non sono mai arrivati in prossimità della costa, spezzando le speranze di stranieri che scappano via dalle loro drammatiche esistenze nei loro paesi d’origine per trovare rifugio in quelli che vengono definiti “paesi sviluppati”. Chi era a bordo parla di 400 occupanti presenti nelle carrette del mare, ma al momento ne sono stati recuperati solo circa 30. L’ambasciatore somalo in Egitto ha detto alla Bbc in arabo che le vittime sarebbero oltre 400.