Violenza consumata ai danni di tanti giovani arbitri nel calcio dilettantistico

Interviene anche il Governo, attraverso una nota del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Luca Lotti, per sensibilizzare i vertici delle Istituzioni Federali del calcio italiano a trovare una soluzione finalmente efficace e definitiva sull’annoso problema sociale della violenza consumata ai danni di tanti giovani arbitri nel calcio dilettantistico, i quali ogni domenica vanno in campo per assicurare regolarità alle competizioni

sportive.

Nella nota il Sottosegretario Lotti auspica che l’iniziativa intrapresa dal Comitato Regionale Toscana della Lega Nazionale Dilettanti, che domenica scorsa ha disposto l’inizio delle gare di pertinenza territoriale c on un ritardo da dieci a quindici minuti, non resti una voce isolata e sia invece l’occasione per analoghe iniziative di sensibilizzazione.

“Esprimo compiacimento e soddisfazione per l’intervento del Governo – dichiara il Presidente dell’AIA Marcello Nicchi – perché è il segnale che è stato oltrepassato il limite della problematica più volte evidenziata e che lo Stato ha alzato la soglia di attenzione per eliminare il problema alla radice”.