Diretta Torino-Juventus Streaming: convocato Dybala per il Derby della Mole

Domani si gioca Torino-Juventus in diretta streaming (sui canali Sky e Mediaset), con i tifosi napoletani che gufano la Juve in modo che possa perdere. Una buona notizia per i tifosi bianconeri, invece, è che la stella argentina Paulo Dybala risulta tra i 22 convocati bianconeri per la sfida nel Derby della Mole.

Diretta Torino-Juventus Streaming: i convocati bianconeri

L’attaccante argentino sembra quindi aver recuperato, mentre continuano gli out di Chiellini e Marchisio. Ecco l’elenco dei convocati dal tecnico Massimiliano Allegri: Buffon, Khedira, Zaza, Morata, Pogba, Hernanes, Alex Sandro, Barzagli, Cuadrado, Mandzukic, Lemina, Bonucci, Padoin, Paulo Dybala, Asamoah, Rugani, Neto, Lichtsteiner, Sturaro, Evra, Rubinho, Pereyra.

Diretta Torino-Juventus Streaming: il pensiero di Ventura e Allegri

Il tecnico del Torino, Giampiero Ventura, analizza lo stato d’animo della Juventus, reduce dalla sconfitta di Monaco, in vista della supersfida del Derby della Mole di domenica delle ore 15 con diretta streaming su Sky e Mediaset.

Incontreremo una squadra determinata e arrabbiata, ma il derby lascia cadere tutte le considerazioni. Mercoledì la Juventus ha fornito una prestazione di altissimo livello. Ha avuto la possibilità di passare il turno ma gli è andata male. Saranno arrabbiati, ma siamo il Torino: sarebbe bello vedere il cuore granata in campo. Siamo consapevoli di affrontare la squadra in testa al campionato, daremo il massimo“.

Massimiliano Allegri vuole lasciarsi alle spalle l’eliminazione in Champions per mano del Bayern e si concentra sul derby di domani e sulla corsa scudetto. “Rimpianti non ce ne sono, per diventare grandi bisogna passare da questi momenti, per dimostrare di essere forti e vincenti bisogna essere bravi in questi momenti a saper incassare i colpi, resistere e reagire. E’ troppo facile dare sempre colpe e la partita di domani e’ importante, bisogna avere una reazione non nevrotica, serve fare una partita attenta come abbiamo fatto fino ad ora. La delusione e’ normale che ci sia ma siamo in testa al campionato e in finale di Coppa Italia oltre ad aver vinto la Supercoppa. Uscire agli ottavi col Bayern ci puo’ stare, ma questo non deve intaccare il nostro cammino verso la vittoria del campionato. Mancano 9 partite, domani dobbiamo fare un altro passo avanti per avvicinarci al 16 maggio dove dobbiamo essere in testa al campionato. Ora dipende da noi“.