Juve-Napoli: l'incognita Kedhira e il Pogba Pensiero

VERSO JUVENTUS-NAPOLI. Cosa succede in casa Juve in vista della sfida scudetto di sabato 13 febbraio e che verrà trasmessa in diretta tv e live streaming in tutto il mondo. Altro allenamento mattutino per la Juventus di Massimiliano Allegri che si e’ ricompattata per proseguire la preparazione dedicandosi ad una seduta per lo piu’ tattica. Punto interrogativo per Sami Khedira: stamattina il giocatore tedesco non si e’ allenato con i compagni, ma ha proseguito con un programma differenziato e se anche domani non sara’ in gruppo sembra difficile che possa essere a disposizione per la super sfida di sabato dello Juventus Stadium.

Questo il messaggio di Paul Pogba, intervistato da Sky Sport, a due giorni dalla grande sfida col Napoli capolista.

“Oggi non siamo in testa e questo e’ come uno schiaffo per noi, perche’ non ci siamo abituati. Ma la cosa piu’ importante e’ esserlo a fine campionato, per vincere lo scudetto bisogna giocare fino alla fine. Non siamo primi ma non dobbiamo perdere la testa. Quello che importa e’ essere primi alla fine del campionato”.

Cosa succede in casa Napoli. Ecco cosa pensa Vasco Regini, nuovo difensore del Napoli, per la sfida di sabato contro la Juventus. Intervistato da Radio Kiss Kiss Napoli racconta: “Sarà una partita importante, da qui in avanti sarà sempre come se fosse una finale. Dobbiamo andare sempre al massimo. Sono stato accolto in maniera molto bella. Tutti i giocatori mi hanno fatto capire che loro sono a disposizione per qualsiasi cosa. Higuain è l’attaccante più completo del mondo, non vedo attaccanti più forti di lui. Mi aveva impressionato già l’anno scorso, posso confermare questa sensazione allenandomi con lui tutti i giorni. Insigne? Lo ritrovo qua più maturo, forte e decisivo per questa squadra. Nell’anno di Foggia mi pare che fece 20 gol ed altrettanti assist, si vedeva che aveva un potenziale enorme”.