Illegittima la detenzione di Julian Assange (WikiLeaks)

Le Nazioni Unite si sono espresse sul caso di Julian Assange, il fondatore di Wikileaks e autore anche del libro di successo “When Google Met WikiLeaks“.

Il gruppo Onu incaricato di esprimere un parere sul quella che la difesa di Julian Assange ha definito “ingiusta detenzione”, ha deciso di riconoscere le ragioni del fondatore di Wikileaks. Secondo la BBC presto verrà confermata la decisione che allontanerà di fatto la prospettiva che Assange lasci l’ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove è rifugiato da tre anni, e si consegni alla polizia britannica. Lo stesso Assange aveva annunciato nelle ore precedenti la notizia di essere pronto a farsi arrestare nel caso il parere Onu avesse emesso una sentenza sfavorevole alla sua persona. Il parere della ONU cambia di molto l’equilibrio politico sulla detenzione di Assange. Adesso tutti chiedono la sua liberazione.