Google mostra una misteriosa macchia nera sull'Himalaya - Video YouTube

Il nostro pianeta non smette di sorprenderci. Abbiamo ancora un sacco di posti inesplorati da incontrare. Senza tener conto dei vasti oceani che coprono il 71% della superficie totale della Terra. La terraferma ha ancora molti luoghi inesplorati, e che non sono stati ancora mappati. Solo adesso le aree inesplorate vengono rivelate con l’aiuto della più recente tecnologia a scansione laser (LIDAR). Gli scienziati sono convinti che questo secolo sarà la “nuova era di esplorazione”, in quanto sono sicuri che l’apparecchiatura di nuova concezione porterà a scoperte leggendarie. Se ci pensiamo un attimo, infatti, in soli 100 anni siamo passati dalla macchina fotografica panoramica Kodak con la quale gli archeologi hanno scoperto Machu Picchu, ai più potenti mezzi informatici che ci permettono di andare oltre la larghezza di banda visiva ed elaborare i dati in un secondo.

Una tecnologia tuttavia che resta esclusiva, il che significa che solo alcune persone possono permettersi di farne uso. Mentre non vi è alcun dubbio che nei prossimi anni arriveranno ulteriori grandi scoperte archeologiche, non possiamo non dimentare le tante piccole scoperte fuori dal mainstream che ci aiuteranno a comprendere meglio la storia alternativa dell’umanità.

Per capire meglio di cosa stiamo parlando, vi proponiamo oggi una recente e misteriosa scoperta che non può che provocare alcuni punti interrogativi. Il 28 gennaio, 2016, l’utente MessicoGeek su YouTube (guarda il video), ha trovato una macchia nera nella catena montuosa dell’Himalaya. Con l’aiuto di Google Earth, ha trovato quello che sembra essere una grotta segreta su un pendio montuoso. La scoperta è estremamente curiosa, perché è un punto chiaramente inaccessibile agli esseri umani.

E allora, cosa potrebbe essere effettivamente questa macchia sull’Himalaya?

Secondo alcuni ricercatori, il punto nero che maschera la cresta potrebbe essere un ingresso segreto per gli UFO che portano all’interno della Terra che alcuni conoscono meglio come la sacra terra di Agartha. Viene ipotizzata che gli alieni hanno costruito un muro olografico, al fine di mascherare l’ingresso, e se visto via satellite, l’ologramma è rivelato sotto la forma di questo enorme punto nero.

Altro punto per una ipotesi più realistica sarebbe quello di una deliberata copertura per una segreta struttura militare. Considerando il punto altamente inaccessibile dove la base è presumibilmente costruita, verrebbe da pensare che l’ipotetica base militare dovrebbe nascondere qualcosa di veramente top-secret, aprendo così la strada verso una maggiore speculazione extraterrestre.

Anche se non abbiamo risposte chiare, consideriamo questa scoperta sufficiente per trarre le nostre conclusioni. Le coordinate sono open-source e possono essere consultate da tutti coloro che sono interessati a farlo:

Kang Tanga Mountain, Nepal / 27°47’43.40″N 86°49’6.40″E

Vi lasciamo la filmato YouTube dal titolo “Secret Entrance Underground Base Found with Google Earth in Nepal (Himalaya Mountains) – FindingUFO”.