Esplode sigaretta elettronica in faccia, ricoverato in ospedale

Ha rischiato di restare per sempre sfigurato il giovane canadese di 16 anni Ty Greer. È stato colpito dall’esplosione della sua sigaretta elettronica. La vittima era a casa sua e fumava normalmente quando l’oggetto è esploso improvvisamente ustionando gravemente il suo volto e facendogli saltare otto denti: “Sarebbe potuto andarmi peggio. La sigaretta elettronica (all’estero chiamata anche e-cigarette) è molto pratica ma adesso so che può ucciderti”.

In ospedale i sanitari di turno hanno dovuto somministrargli la morfina per il dolore intenso.

E’ stata aperta un’inchiesta per determinare se l’esplosione dello strumento è dovuta a una batteria difettosa o ad un uso improprio. Anche se raro, è pur vero che incindenti di questo tipo sono in aumento, in quanto tra igiovani è sempre più diffuso l’aumento volontario della potenza della batteria, finalizzata ad aumentare il volume di inalazione del vapore.

Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si tratta dell’ennesimo caso segnalato e rimbalzato alle cronache circa i rischi connessi all’uso della sigaretta elettronica che è diventata una valida alleata per i fumatori incalliti. Proprio per questo, è necessario che le case produttrici adottino maggiori accorgimenti, anche in termini d’informazione ai consumatori per evitare che si ripetano casi analoghi.