Terremoto Oggi Stretto di Gibilterra, forte scossa M6,5 tra Spagna e Marocco

TERREMOTO OGGI GIBILTERRA. Una forte scossa di terremoto è stata registrata oggi lunedì 25 gennaio 2016 nello Stretto di Gibilterra. Un evento in mare di magnitudo M6,3 tra le coste di Spagna e Marocco. Secondo il CSEM-EMSC (il primo a diffondere i primi dati) il terremoto è avvenuto alle ore 04:22 UTC (ore 05:22 italiane) con epicentro nelle coordinate geografiche 35,64°N 3,73°W (guarda la mappa).

Secondo INGV Terremoti l’ipocentro invece sarebbe stato localizzato ad una profondità di 10 Km circa. Epicentro in mare a circa 49 km N di Tirhanimîne in Morocco e 81 km NW di Melilla in Spagna, 157 km SE di Gibilterra. Sentito il terremoto da molti cittadini che hanno subito invaso i social network per regalare al mondo le loro testimonianze.

Il centro americano USGS riporta le coordinate geografiche 35,741°N 3,597°W (guarda la mappa) con epicentro individuato a 62 Km NNE della città di Al Hoceima, 64km (40mi) NNE di Tirhanimine e 69km (43mi) NNE di Imzourene, tutte località ubicate in Marocco. 77km (48mi) NW di Melilla (Spagna) e 164km (102mi) ESE di Gibilterra.

Non è stato diramato nessun allarme tsunami.

Dodici minuti più tardi, alle ore 04:34 UTC, le 05:34 italiane, un’altra scossa di terremoto. La replica ha avuto un magnitudo M5,3 con ipocentro a 10 Km di profondità. Non vengono segnalati al momento danni a persone o cose.

I grandi terremoti della storia nella regione del Mediterraneo

I grandi terremoti in tutta la regione del Mediterraneo si sono resi famosi anche per aver generato significativi e dannosi tsunami. Uno dei terremoti storici più importanti all’interno della regione è il terremoto di Lisbona del 1 novembre 1755, il cui magnitudo è stato stimato con dati non strumentali di magnitudo M8. Il terremoto del 1755 di Lisbona si pensa che si sia verificato all’interno o vicino alle Azzorre-Gibilterra, che definisce il confine tra la placca euroasiatica e quella africana al largo della costa occidentale del Marocco e Portogallo. Il terremoto è stato notevole sia per un grande numero di morti (circa 60 mila persone) sia per la generazione di uno tsunami che ha travolto la costa portoghese inondando villaggi costieri e la stessa Lisbona. Un terremoto di magnitudo M8 circa vicino alla Sicilia nel 1693 ha generato un grande tsunami che ha distrutto numerose città lungo la costa orientale siciliana. Il Terremoto M7,2 del 28 dicembre 1908 a Messina è invece il sisma più letale documentato europeo. La combinazione del cataclisma e del conseguente tsunami locale causò una morte stimata tra 60 mila e 120 mila persone.