È l’originale idea del direttore dell’Agenzia Spaziale Europea. L’evoluzione umana nello spazio, secondo il direttore, comporta l’attraverso di quattro epoche: 1) l’era dell’astronomia e dell’astrologia, 2) l’era della corsa spaziale con Apolli e Soyuz, 3) l’era della Stazione Spaziale Internazionale ISS, e 4) un’era relax, affascinante, con nuovi stati e l’inizio del commercio spaziale.

Se stiamo transitando tra la fase 3 e la fase 4, dove rimane l’ISS? La NASA ha predisposto i finanziamenti per l’ISS solamente fino al 2024 e non ha in mente di prolungare i tempi. Jan Woerner, il quale ha preso le redini in mano nell’ESA nel luglio scorso, propone sostituirla con una base lunare.

Fin fal secolo scorso è stato un sogno di molti, ipotizzato anche da Hollywood: vi ricordate come la saga in tv “Spazio 1999” cominciò negli anni ’70 quando “il 9 settembre 1999 John Koenig prende il comando della base lunare Alpha“?

A proposito… se volete rivedere i vari Martin Landau (ComandanteJohn Koenig nelle stagioni), Barbara Bain (nei panni della Dr Helena Russell), Nick Tate (nei panni del Capitano Alan Carter), e Barry Morse (nei panni del Prof Victor Bergman), e Catherine Schell (nei panni di Maya), nelle favolose puntate di “Spazio 1999” in streaming gratis potete farlo grazie a Rai TV.

Stampa 3D di una ipotecica Base Lunare

Il direttore della ESA di Parigi ha difeso i piani che l’agenzia ha anticipato una settimana fa relativa a studi che durano ormai da tre

anni. Costruire una colonia sulla Luna con i robot, stampanti 3D e polvere lunare. Secondo Woerner, il “popolo della luna” sarebbe l’opzione ideale per prendere il testimone della ISS quando andrà fuori servizio e venga smantellata.

“Ho studiato i requisiti di un progetto per il “dopo” della Stazione Spaziale. Oggi, vedo il popolo della Luna come il successore ideale della Stazione Spaziale Internazionale per l’esplorazione. Se qualcuno si presenta con un’idea migliore, così sia … Ma finora non vi è alcuna proposta sul tavolo per competere con questa”.

La costruzione di una base lunare non e’ una nuova idea. Infatti anche i russi progettano di realizzarla un giorno.  Woerner afferma: “Perche’ non avere un villaggio lunare? Non significa avere case, magazzini e una chiesa. Il villaggio lunare sarebbe una colonia che possa approfittare delle capacita’ delle differenti nazioni spaziali di mettere sul campo le attivita’ robotiche e umane“.

Russia e Cina avevano già annunciato il loro interesse a partecipare a un progetto del genere, mentre anche la NASA ha bisogno di ritornare sulla Luna per preparare la missione su Marte. Da quando ha assunto il timone della ESA, Jan Woerner ha chiarito che il tornare sulla Luna sarà la missione principale dell’agenzia per questa età. Extraterrestri permettendo naturalmente …