La figuraccia di Justin Bieber a Tulum

Justin Bieber ha deciso di iniziare l’anno come ha lasciato quello precedente, dando spettacolo. Questa volta però non è per la sua musica. Il cantante pop canadese di 21 anni che ha trascorso il 2015 polemica dopo polemica, con momenti imbarazzanti, ha deciso di iniziare il nuovo anno allo stesso modo.

In questo nuovo episodio della sua discutibile gioventù, Justin Bieber è stato espulso dal sito archeologico precolombiano di Tulum, nella Riviera Maya in Messico, per non aver rispettato i resti di oltre 800 anni di storia.

È stato sorpreso mentre tentava di scalare le rovine Maya.

Justin era in vacanza, godendosi le belle spiagge dei Caraibi messicani con la sua nuova fidanzata, Hailey Baldwin (figlia dell’attore Stephen Baldwin e nipote di Alec). Pensava di poter ottenere una birra in uno dei musei che ospita l’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico, vicino ai suoi amici. Il divieto delle autorità non è stato sufficiente per il giovane artista che ha cercato pure di scalare una costruzione Maya.

A 21 anni Justin Bieber non ha vissuto un’adolescenza normale. Il problema che continuerà a comportarsi in questo modo visto la nutrita schiera di fan credenti in lui. Con oltre 68 milioni di seguaci su Twitter ha più influenza lui che Barack Obama o del Dalai Lama, secondo uno studio pubblicato da The Observer.

Dietro a questo aspetto di “ragazzo ribelle”, l’artista è stato considerato uno dei più riconosciuti dalla critica musicale con il suo ultimo “Where are Ü Now“, trasformando la sua carriera, passando dalle canzoni da baby sitter al mondo dei musicisti elettronici della disco. Una maturità musicale che sembra però non averlo aiutato nella vita normale.