Corea del Nord annuncia nuovo esperimento nucleare

Nuovo test nucleare per la Corea del Nord dopo quello fatto mercoledì. Il nuovo test con una bomba nucleare all’idrogeno è stato annunciato dalle autorità sudcoreane, mentre il servizio geologico americano USGS poco prima del test dell’altro giorno avevano rilevato un terremoto di magnitudo 5,1 con epicentro a 49 km a Nord della città Kilju County, l’area dei test nucleari nordcoreani.

Secondo Seul il sisma era di origine artificiale ma come successo il 12 febbraio 2013 con il terzo esperimento nucleare sotterraneo, attraverso la Korean Central News Agency, già prima dell’annuncio ufficiale i sismografi statunitensi avevano rilevato un terremoto di magnitudo 4,9 presso la città Kilju County. In quella occasione il United States Geological Survey (USGS) aveva stimato una potenza compresa tra i 6-7 chilotoni di TNT. L’esplosione era avvenuta alle 11:57 locali (02:57 UTC) e l’ipocentro era situato a solo un chilometro sotto terra. Il terremoto è stato sentito oltre che in varie parti della Corea del Nord, anche dagli abitanti delle città Hunchun e Antu in Cina come ha riportato il China Earthquake Network Center.

Secondo quanto riportato da Rai News, il capo dell’Organizzazione dell’Onu per il trattato sul bando dei test nucleari, Zerbo, ha detto che il test di una bomba all’idrogeno da parte della Corea del Nord, se confermato, è una violazione del trattato e una grave minaccia alla sicurezza internazionale.

“Abbiamo rilevato un insolito sisma in Corea”, ha dichiarato. Riunione d’emergenza oggi del Consiglio di Sicurezza Onu. La Casa Bianca invita Pyongyang al rispetto degli obblighi internazionali e fa presente che continuerà a difendere gli alleati nella regione.

Il test nucleare della Corea del Nord di una bomba all’idrogeno rappresenta una minaccia alla sicurezza del Giappone. Il premier giapponese Abe annuncia una “forte azione” insieme a Usa, Corea del Sud, Cina e Russia attraverso l’Onu. La Corea del Sud fa sapere che si consulterà con alleati e potenze regionali per mettere Pyongyang davanti alle conseguenze del test che ha annunciato e per ulteriori sanzioni Onu. Londra condanna “senza riserve” il test atomico che “è una provocazione e una grave violazione delle risoluzioni dell’Onu”.

Giappone e Usa hanno inviato aerei da ricognizione in una zona vicino alla penisola coreana per misurare la radioattività nell’aria, dopo l’annuncio di Pyongyang di avere realizzato il suo primo test con una bomba termonucleare. Un aereo delle Forze di autodifesa dell’esercito giapponese ha prelevato un campione di aria per analizzare la presenza di particelle radioattive, che rappresenterebbero un indizio del nuovo test atomico del regime di Kim Jong-un. Anch egli Usa hanno inviato aerei nella zona con lo stesso obiettivo.