Frasi celebri del “Diario di Anna Frank“. Anna morì nel campo di concentramento di Bergen Belsen nel 1945, ad appena 15 anni, quindi adesso il suo diario dovrebbe poter essere pubblicato liberamente, senza dover più pagare il copyright a una fondazione di Basilea che ne gestisce i diritti. Non è di questo parere l’Anne Frank Foundation, la quale ha contestato la scadenza dei termini dopo avere sollevato l’eccezione di considerare il padre Otto Frank, che morì nel 1980 e che rimise insieme i manoscritti della figlia per la pubblicazione, come co-autore. Il 12 giugno 1929, a Francoforte sul Meno, nasceva una bambina di nome Anne che sarabbe diventata il simbo delle Shoah grazie al suo diario personale scritto durante l’interminabile periodo di esilio in una soffitta insieme alla sua famiglia.

Chiunque è felice, renderà felice anche gli altri”.

Viviamo tutti con l’obiettivo di essere felici; le nostre vite sono diverse, eppure uguali”.

La verità è tanto più difficile da sentire quanto più a lungo la si è taciuta”.

Penso che quello che mi sta accadendo sia meraviglioso, e non solo per quello che si può vedere del mio corpo, ma tutto quello che sta crescendo dentro. Non ho mai discusso di me stessa o rivelato alcune di queste cose a qualcun altro.

Questo è il motivo per il quale ho parlato con me stessa di queste cose”.

A dispetto di tutto quanto credo ancora che la gente abbia davvero un buon cuore”.

Per una come me, scrivere un diario fa un curioso effetto. Non soltanto perché non ho mai scritto, ma perché mi sembra che più tardi né io né altri potremo trovare interessanti gli sfoghi di una scolaretta di tredici anni. Però, a dire il vero, non è di questo che si tratta; a me piace scrivere e soprattutto aprire il mio cuore su ogni sorta di cose, a fondo e completamente”.

Come è meraviglioso che non vi sia nessun bisogno di aspettare un singolo attimo prima di iniziare a migliorare il mondo”.

Ognuno di noi ha dentro di sé una buona notizia. Ed è che non si sa quanto grande si può essere! Quanto si può amare! Che cosa si può realizzare! E quale sarà il nostro potenziale”.

Quel che è accaduto non può essere cancellato, ma si può impedire che accada di nuovo”.

Non ci è permesso di avere opinioni. Le persone possono dirti di tenere la bocca chiusa, ma non possono impedirti di avere un’opinione. Anche se si è ancora molto giovani, non dovrebbero impedirti di dire quello che pensi”.

Ciò che un cristiano fa è sua propria responsabilità, ma ciò che fa un singolo ebreo viene fatto ricadere sulle spalle di tutti gli ebrei

— Anna Frank