Ingrao Longo Cossutta Pajetta

Frase celebre di Armando Cossutta (Milano, 2 settembre 1926 – Roma, 14 dicembre 2015), nella foto in alto con Ingrao Longo e Pajetta, storico dirigente del Partito Comunista Italiano (Pci).

Dopo la trasformazione del Partito comunista italiano al quale si iscrisse nel 1943, Cossutta fu tra i fondatori di Rifondazione Comunista e poi del Partito dei comunisti italiani. Cossutta fu una delle colonne del Pci negli anni in cui i rapporti con l’Unione Sovietica (Urss) si mantenevano forti con il nostro paese. Fu spesso accusato, e in particolar modo nella Prima Repubblica, di essere un “contatto confidenziale del KGB” in Italia. È deceduto il 14 dicembre 2015 all’Ospedale San Camillo di Roma, dove era ricoverato da tempo, all’età di 89 anni.

Se domani ci sarà una pietra sulle mie ceneri, per favore scriveteci sopra: Armando Cossutta, comunista

— Armando Cossutta