Armando Cossutta Frasi celebri su Berlusconi Comunismo e Cuba

Armando Cossutta (Milano, 2 settembre 1926 – Roma, 14 dicembre 2015), aveva partecipato da partigiano delle Brigate Garibaldi alla Resistenza antifascista e antinazista. Venne arrestato dai nazifascisti e detenuto per un certo periodo nel carcere di San Vittore a Milano. Nel dopoguerra divenne dirigente del partito. Entrò in Parlamento nel 1972 e vi restò fino al 2006 quando, dando alla fine voce ad un dissenso sofferto verso la linea politica del segretario Oliviero Diliberto, Cossutta si dimette dalla carica di presidente del partito.

Il 21 aprile 2007 presentò le dimissioni dal partito e non rinnovò la tessera di alcun partito, lasciando la politica attiva. Si considerava da sempre un comunista. Guarda una sua intervista in memoria della sua pensiero sulla politica.

“Comunista è innanzi tutto un nome bellissimo, che nella storia ha mosso tante cose”.

“Per quanto riguarda Cuba, credo che i dati positivi siano di gran lunga infinitamente superiori a quelli negativi”.

“Ve lo vedete voi un Silvio Berlusconi per sette anni al Quirinale?”.

Sono stato e sono ancora un comunista, senza vergogne e senza abiure

— Armando Cossutta