Mondo UFO: il Papiro Tulli prova delle visite di Extraterrestri in Egitto

Si ritiene che il Papiro Tulli sia la migliore prova che antichi UFO in un lontano passato, ma per qualche ragione gli storici hanno messo in dubbio la sua autenticità e il suo significato. Come molti altri testi antichi, questo antico documento racconta una storia incredibile, quella che potrebbe cambiare il modo in cui guardiamo al nostro passato, il nostro presente e il nostro futuro.

Quello che in realtà non è proprio un papiro, offre la prima citazione dei dischi volanti sul nostro pianeta. Il papiro Tulli è una traduzione di una trascrizione moderna di un antico documento egiziano.

Secondo questo testo antico, il faraone che governò l’Egitto era Thutmose III, e questa massiccio numero di avvistamenti UFO sono avvenuti attorno al 1480 aC. È stato registrato nella storia come un giorno di grande importanza, un giorno in cui si è verificato qualcosa di inspiegabile.

Il sito terrediconfine.eu scrive nell’articolo dal titolo “Lo strano caso del papiro Tulli“:

L’antico Egitto, la storia dell’egittologia, la moderna diatriba sugli UFO: nihil sub sole novi, vecchi ‘misteri’ si riciclano in sempre nuove, appassionanti indagini sull’autenticità di uno di quei testi su papiro che – scritti in diverse lingue e con differenti contenuti – ci aprono o, spesso, ci socchiudono soltanto, tante porte sulla civiltà antica.

Papiro Tulli

Ecco la traduzione del testo secondo il ricercatore R. Cedric Leonard (in inglese):

In the year 22, of the third month of winter, sixth hour of the day […] among the scribes of the House of Life it was found that a strange Fiery Disk was coming in the sky. It had no head. The breath of its mouth emitted a foul odor. Its body was one rod in length and one rod in width. It had no voice. It came toward His Majesty’s house. Their heart became confused through it, and they fell upon their bellies. They [went] to the king, to report it. His Majesty [ordered that] the scrolls [located] in the House of Life be consulted.

His Majesty meditated on all these events which were now going on.

After several days had passed, they became more numerous in the sky than ever. They shined in the sky more than the brightness of the sun, and extended to the limits of the four supports of heaven […] Powerful was the position of the Fiery Disks.

The army of the King looked on, with His Majesty in their midst. It was after the evening meal when the Disks ascended even higher in the sky to the south. Fish and other volatiles rained down from the sky: a marvel never before known since the foundation of the country. And His Majesty caused incense to be brought to appease the heart of Amun-Re, the god of the Two Lands. And it was [ordered] that the event [be recorded for] His Majesty in the Annals of the House of Life [to be remembered] for ever.

Sulla base della sua traduzione, il testo rivela l’avvistamento di un disco volante nel cielo. “Le creature che sono scese sulla Terra hanno voluto vedere il re. Dopo pochi giorni, molti dischi volanti sarebbero apparsi in cielo. Si dice che la loro luce fosse ancora più accecante del Sole. Seguendo gli ordini del faraone, questo evento è stato registrato per essere ricordato per sempre“.

È importante ricordare che è molto improbabile che gli antichi Egizi potessero confondere questi dischi volanti con una sorta di fenomeni astronomici o meteorologici, visto che erano esperti astronomi. Questo significa che avrebbero descritto un fenomeno astronomico in un modo molto diverso. Un oggetto in caduta non cambia direzione per rimanere in cielo.

Sarebbe necessario senza dubbio una investigazione più approfondita del documento. Proprio quello che ha pensato il ricercatore Samuel Rosenberg, il quale ha chiesto ai Musei Vaticani di poterlo studiare, ma gli stessi hanno risposto che il Papiro Tulli non è più in loro possesso e che non può essere rintracciato.

Dice la verità il Vaticano? Potrebbe essere invece che lo tengano nascosto? Se sì, per quale motivo? È possibile che quello descritto sia stato uno dei migliori antichi incontri con gli UFO registrati nella storia? È possibile, inoltre, che ci sia stato un incontro con la Esseri Extraterrestri? Se sì, avrebero potuto influenzare la vita nell’antico Egitto?