Le Profezie di Nostradamus nel 1555 su Roma e la Terza Guerra Mondiale.

Torna protagonista Nostradamus (veggente e sensitivo) con Le Profezie, il libro del 1555 dove aveva predetto il nostro futuro. In una quartina scrive: “La grande guerra inizierà in Francia e poi tutta l’Europa sarà colpita, lunga e terribile essa sarà per tutti… poi finalmente verrà la pace ma in pochi ne potranno godere”. Parole che si sovrappongono ai tremendi attacchi di Parigi di unidici giorni fa e che in molti pensano sia riferite alla Terza Guerra Mondiale.

Credete alle profezie di Nostradamus sulla Terza Guerra Mondiale?

Credete alle profezie di Nostradamus sulla Terza Guerra Mondiale?

L’astrologo francese, l’indovino del Risorgimento, nel suo libro ha scritto anche che “ci saranno tanti cavalli dei cosacchi (popolazioni nomade tartare che abitavano nelle steppe russe) che berranno nelle fontane di Roma“. E a proposito della capitale italiana, dice: …Roma sparirà e il fuoco cadrà dal cielo e distruggerà tre città. Tutto si crederà perduto e non si vedranno che omicidi; non si sentirà che rumori di armi e bestemmie. I giusti soffriranno molto. (…) Roma perderà la fede e diventerà il seggio dell’Anticristo. I demoni dell’aria, con l’Anticristo, faranno dei grandi prodigi sulla terra e nell’aria e gli uomini si pervertiranno sempre di più…”.

Su YouTube il documentario su Nostradamus e Le Profezie.