Scandalo Dieselgate, Opel nel mirino.

SCANDALO DIESELGATE – Secondo l’associazione tedesca per l’ambiente e la tutela dei consumatori Deutsche Umwelthilfe (Duh), le emissioni di alcune auto sarebbero fortemente violate in alcune situazioni di guida.

Il test, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è stato commissionato dall’associazione a un laboratorio indipendente in Svizzera, che ha provato un Zafira con motore 1,6 litri diesel. Dalla prova emergerebbe che, a seconda del metodo di misurazione di ossido di azoto, le emissioni possono arrivare fino a 17 volte il limite consentito per un Euro 6. Opel respinge le accuse lanciate stamani a Berlino da Deutsche Umwelthilfe: “i risultati dei test presentati per noi non sono giustificabili”, ha affermato la casa in una nota.