Avvistamenti UFO: L'astronauta Gordon Cooper e l'atterraggio Ovni.

Leroy Gordon “Gordo” Cooper Jr era uno dei sette originali astronauti del Progetto Mercury. Si tratta del primo programma spaziale con equipaggio degli Stati Uniti che ha visto un atterraggio UFO nel 1957. Siamo di fronte ad un altro caso di avvistamento UFO (reale) da parte di un astronauta. In quell’anno Cooper faceva parte di un gruppo speciale piloti collaudatori presso la base aerea di Edwards, in California.

Cooper afferma che era assieme ad una troupe professionista mentre stavano filmando l’installazione. Ad un certo punto notano un oggetto Ufo “volare sopra le nostre teste” per poi atterrare su un lago prosciugato della zona.

“La qualità dell’immagine era molto buona” afferma Cooper che descrive l’oggetto volante come un disco classico, argento lucido e liscio, di circa 30 piedi di diametro. “Era abbastanza chiaro che era un velivolo alieno – continua – e mentre ci avvicinavamo, è decollato”. Il caso e’ stato poi archiviato come Top Secret a Washington.

Leroy Gordon “Gordo” Cooper Jr è fermamente convinto che un veicolo extraterrestre sia precipitato a Roswell, in New Messico nel 1947. Cooper ritiene inoltre che il governo americano ha recuperato diversi “esseri alieni” nell’astronave.

1963 Project Mercury Recovery of Capsule USS McCaffery Maj Gordon Cooper Jr.

“Ho avuto un buon amico a Roswell, un collega. Doveva stare attento a quello che diceva. Certo non era un pallone meteorologico, come la storia della copertina Air Force“, e qui viene la parte piu’ bella “Ha messo in chiaro che quello che si è schiantato non era un velivolo di origine aliena, ed i membri dell’equipaggio extraterrestre sono stati tutti recuperati”.

Cooper faceva parte di un elenco di funzionari di alto rango che credevano che la ente di questo pianeta avesse il diritto di sapere sulla vita aliena altrove nel cosmo. Cooper rilascia una dichiarazione clamorosa sull’argomento: “E’ iniziata la Seconda Guerrra Mondiale, quando il governo non voleva che la gente sapesse sugli UFO Reports perche’ sarebbe caduta in preda al panico. Avevano paura di mostrare che non avevano una difesa adatta a contrastare la tecnologia superiore del nemico”. Poi e’ giunta la Guerra Fredda e “hanno dovuto inventarsi una bugia dietro l’altra, una valanga di bugie”.

Gordon Cooper Astronaut:

Cooper e’ convinto, infine, che a Washington siano seduti un sacco di funzionari del governo imbarazzati che cercano il modo di far uscire alla luce la verita’. “L’America ha il diritto di sapere“, ha concluso.