Edward Snowden: "gli Alieni stanno cercando di mettersi in contatto con la Terra".

Ve lo ricordate Edward Snowden? Quello dello scandalo Datagate e Wikileaks. Colui che ha rivelato pubblicamente dettagli di diversi programmi di sorveglianza di massa del governo statunitense e britannico, fino ad allora tenuti segreti. Torna alla ribalta oggi spiegando il perché non abbiamo incontrato alieni e perché potremmo mai incontrarli.

Edward Snowden crede fermamente che a causa della crittografia, potrebbe essere quasi impossibile stabilire la comunicazione e distinguere i segnali provenienti da alieni intelligenti nel cosmo dalla radiazione cosmica di fondo. Secondo Snowden, gli alieni potrebbero tentare di comunicare con noi adesso, ma non c’è molto che possiamo fare al riguardo.

Edward Snowden con Neil deGrasse Tyson in collegamento con il programma StarTalk.

Un paio di giorni fa, l’ex dipendente della CIA e la NSA, ha partecipato al programma StarTalk del famoso astrofisico americano Neil deGrasse Tyson dove ha discusso perché non abbiamo ancora incontrato i nostri amici extraterrestri. La conversazione ruotava principalmente intorno la probabilità che la crittografia dei dati è la principale causa della difficoltà di intercettare i messaggi di esseri alieni.

In sostanza Edward Snowden afferma che “non si può distinguere una comunicazione correttamente crittografato dal comportamento casuale”, ed essendo le loro comunicazioni criptate per impostazione predefinita, per poter catturare queste comunicazione si dovrà cercare in quelle più antiche, dove probabilmente usando “mezzi primitivi” i messaggi potrebbero risultare aperti perché non protetti.

Snowden dopo essere fuggito a Hong Kong nel 2013 ha chiesto e ottenuto asilo politico in Russia, dove attualmente risiede. Edward Snowden è ancora accusato di spionaggio e di furto di proprietà altamente classificato dal governo degli Stati Uniti.