Si è tenuto giovedì scorso a Montecarlo il sorteggio della fase finale della Champions League 2015-2016 che partirà con il turno a gironi dopo una lunga fase preliminare di playoff iniziata già agli inizi di luglio.

Come sempre c’era grande attesa per la composizione dei gironi anche perché da quest’anno era in vigore la nuova formula, che premia le squadre delle principali leghe d’Europa vincitrici dei rispettivi campionati nazionali, partite come teste di serie in prima fascia. Non si è tenuto conto del prestigio e del palmares e per questo in seconda fascia c’erano squadre del calibro di Real Madrid, le due potenze di Manchester, Atletico Madrid, Arsenal e Porto.

I gironi regalano dunque due qualificate ciascuno, che andranno a formare il tabellone degli ottavi di finale dove si incroceranno le prime contro le seconde, con le terze che vengono eliminate ma che restano agganciate al treno europeo accedendo d’ufficio ai sedicesimi di finale di Europa League.

URNA POCO BENEVOLA CON LE ITALIANE.

L’urna di Montecarlo non è stata però troppo benevola con Juventus e Roma, le uniche squadre italiane presenti in Champions League dopo l’eliminazione della Lazio per mano del Bayer Leverkusen nei preliminari.

Il girone estratto per i campioni d’Italia della Juventus è il classico girone di ferro. Ai bianconeri dunque non è valso a nulla, o quasi, essere stati inseriti in prima fascia. Il gruppo D della Juve comprende il Manchester City di Sterling e Agüero, il Siviglia campione in carica d’Europa League – con gli “ex italiani” Llorente e Immobile -, e i tedeschi del Borussia Moenchengladbach, che pur essendo una squadra di quarta fascia, non si può certo dire sia debole.

Girone duro, forse leggermente meno rispetto alla Juventus, anche per la Roma di Rudi Garcia, come dimostrano anche le analisi degli esperti di scommesse sulla Champions League di questo sito. I giallorossi però erano consapevoli dell’altissimo rischio essendo stati inseriti in terza fascia. Ai giallorossi è capitato il Barcellona campione d’Europa del trio Messi, Suarez e Neymar. Meglio però per quanto riguarda la seconda fascia, dove sono stati estratti i tedeschi del Bayer Leverkusen, giustizieri dei cugini biancocelesti.

Di quarta fascia è il Bate Borisov, squadra bielorussa non alla prima apparizione in Champions ma che si preannuncia come squadra materasso del girone.

Le due squadre italiane esordiranno il 15 e il 16 settembre. I bianconeri iniziano la loro avventura in terra inglese in casa del City; per la Roma invece, gran galà d’esordio all’Olimpico contro il Barcellona dell’ex Luis Enrique.

Dando uno sguardo agli altri gironi, molto bene è andata al Cholo Simeone che, pur partendo in seconda fascia, si è ritrovato in un gruppo più che abbordabile con Benfica, Galatasaray e gli esordienti kazaki dell’Astana. Scontro tra titani nel gruppo A con PSG e Real Madrid. Urna benevola, anche per Josè Mourinho che con il suo Chelsea affronterà Porto, Dinamo Kiev e Maccabi Tel Aviv.

IL QUADRO COMPLETO DEI GIRONI.

Questo il quadro completo dei gironi di Champions League:

Girone A – Paris Saint-Germain, Real Madrid, Shakhtar Donetsk, Malmö.

Girone B – PSV, Manchester United, CSKA Mosca, Wolfsburg.

Girone C – Benfica, Atletico Madrid, Galatasaray, Astana.

Girone DJuventus, Manchester City, Siviglia, Borussia Mönchengladbach.

Girone E – Barcellona, Bayer Leverkusen, Roma, Bate Borisov.

Girone F – Bayern Monaco, Arsenal, Olympiacos, Dinamo Zagabria.

Girone G – Chelsea, Porto, Dinamo Kiev, Maccabi Tel Aviv.

Girone H – Zenit di San Pietroburgo, Valencia, Lione, Gent.

La finale di Champions League si giocherà il 28 maggio 2016 allo stadio di San Siro di Milano.