SALENTO – Al termine di una serata passata in una discoteca, un giovane di 18 anni e’ deceduto. Ad avvisare i carabinieri una telefonata nella quale si dava l’allarme per il fatto che un ragazzo si stava sentendo male davanti alla discoteca “Guendalina” di Santa Cesarea Terme in provincia di Lecce. Il giovane si chiamava Lorenzo Mario Toma e si era recato in discoteca con la fidanzata e alcuni amici. Dalle notizie diffuse dai media locali, i carabinieri stanno cercando una bottiglia dalla quale il giovane avrebbe bevuto prima di sentirsi male, seguendo cosi’ una pista indicata nella testimonianza di una amica del ragazzo.

E’ stata disposta l’autopsia sul copro del giovane. Si viene a sapere anche, che il manager del locale ha denunciato il grande ritardo dell’arrivo dell’ambulanza, arrivata sul posto, sembrerebbe, dopo 40 minuti dalla chiamata di soccorso. Per il momento gli investigatori non stanno escludendo alcuna ipotesi sulla causa del decesso, neanche quella di un problema di salute. Pochi giorni fa era la notizia del decesso di un altro giovane alla discoteca Cocoricò di Riccione. Il Sindaco di Gallipoli su Twitter ha poi scritto: “Se le famiglie esercitassero un po’ piu’ di controllo sui figli, non morirebbe un 18enne a settimana in disco. Se non sai educare, non procreare“.