Taccuino di Alan Turing all'asta di New York

NEW YORK – Torna alla ribalta oggi Alan Turing (23 giugno 1912 – 7 giugno 1954). Dalla Grande Mela la notizia di un manoscritto di Alan Turing venduto all’asta per oltre un milione di dollari. Sono 56 pagine di un taccuino con gli appunti di lavoro del matematico inglese Alan Turing, considerato uno dei padri dell’informatica grazie all’elaborazione dei suoi algoritmi che hanno gettato le basi per la creazione dei moderni computer. Il suo lavoro battuto per la cifra di 1,025 milioni di dollari in un’asta della Casa Bonhams di New York.

La storia di questo incredibile personaggio e’ stata illustrata nel film “The imitation game” che ha vinto un Premio Oscar nell’ultima edizione. Alan Turing ha lavorato durante la Seconda Guerra Mondiale per i Servizi inglesi. Il suo compito era quello di decifrare i codici segreti usati dai tedeschi nelle loro comunicazioni. Il film di Morten Tyldum ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Benedict Cumberbatch, Keira Knightley, Matthew Goode, Mark Strong e Rory Kinnear.

Ti potrebbero interessare anche questi articoli che abbiamo scritto sul protagonista di oggi:

Alan Turing, 100° anniversario: celebrazioni oltre il doodle

Alan Turing: Doodle Google tra i più interattivi e divertenti

Alan Turing: doodle binario del centenario (Video soluzione)

Test di Turing superato da un Computer “Bambino”

Turing come Biancaneve, la leggenda della mela avvelenata