Messico: licenziano Carmen Aristegui per lo scandalo su Peña Nieto

Scandalo in Messico per abuso di potere sull’informazione. L’emittente radiofonica messicana “MVS Radio” ha annunciato domenica in un comunicato stampa di aver concluso il rapporto di lavoro con la giornalista Carmen Aristegui. Secondo la radio, la giornalista avrebbe fatto emergere nel novembre scorso l’esistenza di una proprieta’ millionaria della moglie dell’attuale presidente della repubblica messicana Enrique Peña Nieto.

I motivi sarebbero da imputare al fatto che la presentatrice del programma radiofonico della mattina di maggior successo, Carmen Aristegui, aveva chiesto come condizioni per seguire con l’emittente radio, il ritorno di due giornalisti licenziati giovedi’ scorso.

Daniel Lizarraga e Irving Huerta, sempre secondo il comunicato, erano stati licenziati per aver “compromesso il nome dell’impresa per promuovere Mexicoleaks“, una pagina web sullo stile di WikiLeaks di Julian Assange, predisposta per ricevere e pubblicare notizie sui casi di corruzione in Messico che, altrimenti, rimarebbero nascosti all’insaputa dei suoi cittadini.

La manifestazione in Messico a sostegno di Carmen Aristegui

I due giornalisti sono stati gli artefici di una indagine della lussuosa “Casa Bianca” del presidente Peña Nieto, la millionaria casa del Segretario Luis Videgaray, oppure della rete di prostituzione nella quale era stato implicato il presidente del partito governante PRI nella capitale del Messico.

Il lilcenziamento dei tre ha causato una grande protesta nella rete sociale con una petizione in internet in difesa della giornalista, molto famosa in Messico, che ha gia’ raccolto oltre 170 mila firme.