Trading online: gli italiani scoprono i cfd (contratti per differenza)

Se a molti di noi questa sigla, cfd, potrebbe non dire nulla per molti italiani, invece, è sinonimo di investimenti finanziari e trading online. I cfd, per chi non lo sapesse, sono i contratti per differenza, dei particolari strumenti di investimento finanziario che vengono utilizzati per speculare sulle variazioni di prezzo di petrolio, indici, valute e materie prime in genere.

Si tratta di prodotti derivati ad alto rischio che ultimamente sembrano aver fatto breccia nel cuore degli italiani. Aumenta il numero di trader amatoriali che si affaccia al mondo dei cfd, come testimonia anche il crescente impegno dei broker specializzati in questo settore, che si stanno sfidando a colpi di eventi.

Agli italiani sembra piacere particolarmente la versatilità di questo strumento che permette di investire su un’infinità di sottostanti approfittando delle diverse opportunità che i mercati vanno offrendo a chi le sa cogliere. Come dicevamo i broker specializzati in cfd si stanno dando un gran da fare per far conoscere sempre di più questo strumento.

Tra tutti spiccano pochi nomi ma di grande prestigio per gli addetti ai lavori.

IG Italia, ad esempio, sta organizzando una serie di eventi live che avranno il loro culmine con l’arrivo di uno dei più grandi trader internazionali in questo settore: Dan Gramza che sarà ospite degli analisti di IG verso la metà di Marzo in quello che, sembra promettere, sarà un evento di cui si parlerà a lungo.

Per contro un altro big player, plus500, ha siglato un importante accordo per la sponsorizzazione dell’Atlético de Madrid, la società sportiva di calcio campione di Spagna. Non a caso il broker plus500 è considerato uno delle migliori piattaforme di trading per quel che riguarda i cfd, e da tempo impegnato per offrire strumenti di altissima qualità ai propri clienti.

Infine non possiamo non citare Markets, altro broker di spessore nel campo dei contratti per differenza, che sta investendo nella formazione dei giovani trader italiani a suon di eventi live e webinar via internet. Nel complesso, quindi, cresce l’attenzione di chi investe per questo strumento di trading che, fino a qualche anno fa, era ad uso esclusivo degli operatori del settore. Un concreto passo in avanti verso una maggiore informazione e consapevolezza finanziaria che ci rende un pochino meno distanti dal resto d’Europa e del mondo.