Coppa Italia Parma-Juve 0-1

La Juventus ha guadagnato l’accesso alla semifinale di Coppa Italia battendo il Parma al Tardini con un gol di Morata nel finale al termine di una partita equilibrata. Con 78 passaggi riusciti Andrea Pirlo e’ stato il recordman del match. Polemiche sul gol di Morata: Llorente (nella foto) era in fuorigioco nell’azione che ha portato al gol. Vari i commenti dei protagonisti a fine partita. Leggiamone assieme alcuni insieme.

Alvaro Morata (Juventus) ai microfoni Rai: “Se vogliamo vincere la Coppa Italia? Si’, vogliamo vincere tutto. Siamo la Juve, non possiamo sbagliare nemmeno una partita. Non era facile il Parma e’ una squadra complicata. E’ difficile vincere qui, abbiamo vinto, quello e’ l’importante. Io con Llorente? E’ un’altra variante che abbiamo imparato, possiamo giocare tutti insieme. Non e’ importante chi gioca ma la squadra se vince. L’ho detto che non era facile vincere qui. Se continuano cosi’ vinceranno tante partite”.

Massimiliano Allegri (Juventus) ai microfoni di Rai Sport: “Partite secche non sono mai facili da vincere. Abbiamo concesso poco al Parma e alla fine è stato bravo Morata su una buona azione di Llorente. Il Parma ha fatto una gara aggressiva, abbiamo sbagliato molti passaggi. Le partite non si vincono sempre per due o tre a zero, quindi va bene anche vincere così. Stasera i giocatori che hanno meno possibilità in campionato hanno dimostrato di valere tanto. Sono contento di avere una rosa in forma e al Tardini lo abbiamo dimostrato. Offese da parte del pubblico nei miei confronti? Diciamo che quando finisce la partita vado subito via, poi stasera faceva molto freddo”.

Donadoni (Parma): “L’ultima volta che avevamo giocato con la Juve avevamo preso sette gol e in teoria avevamo una squadra con più qualità. Stasera abbiamo giocato alla pari. Il Parma deve essere questo, bisogna correre. Abbiamo fatto un’ottima prestazione, sono dispiaciuto perché abbiamo perso al novantesimo su azione di fuorigioco. Anche domenica siamo stati svantaggiati. Sono due sconfitte immeritate, mi dispiace per i ragazzi che stanno soffrendo per la situazione ed essere penalizzati dagli episodi fa ancora più male. Paletta via? Chi parla di queste cose mi sembra un avvoltoio appollaiato. Non capisco perché il Parma dovrebbe mandarlo via. Se ogni giorno si dice che siamo in difficoltà… Se oggi abbiamo lottato contro i primi in classifica possiamo giocarcela ancora”.

E sul caso Cassano, Donadoni ha detto: “Cassano? È un capitolo chiuso. Ci vuole più dignità a rimanere in sella che ad andarsene. È facile dire che me ne vado perché non mi pagano o perché avevo altre offerte e un paio di squadre all’estero mi volevano. Ha senso solo fare il proprio dovere fino in fondo. Se a fine campionato una squadra mi vorrà ne sarò felicissimo. Non bisogna pensare solo per sé, è da ipocriti e vigliacchi”.

Tweet al veleno di Cassano (dal profilo della moglie Carolina Marcialis) in risposta alle parole di Donadoni: