Il tecnico della Roma Rudi Garcia

Il tecnico della Roma Rudi Garcia e’ stato intervistato da Rai Sport al termine dell’ottavo di finale di Coppa Italia, Roma-Empoli terminato con il risultato di 2-1. “In Coppa la cosa piu’ importante e’ qualificarsi e lo abbiamo fatto. Abbiamo avuto tante occasioni per fare il secondo gol, ma poi abbiamo preso un contropiede da una squadra ben organizzata e molto scomoda come l’Empoli. Abbiamo tirato in porta 30 volte, ma e’ mancata la finalizzazione, cosi’ abbiamo giocato 30 minuti in piu’. Abbiamo giocato 120 minuti e tutti stavano bene. Sul gioco invece si puo’ fare meglio a livello di efficacia. Sono contento perche’ abbiamo segnato subito, un po’ meno perche’ nella ripresa abbiamo perso di continuita’. Abbiamo avuto troppa fretta e non abbiamo gestito la gara. Ci sono sempre cose da migliorare. Oggi abbiamo usato un modulo nuovo su cui lavorare e poi dobbiamo fare meglio sia nella finalizzazione che in fase difensiva“.

Per quanto riguarda il calcio di rigore concesso in modo abbastanza superficiale, cioe’ il rigore non c’era assolutamente, dall’arbitro Di Bello alla Roma al 113′ e che ha deciso ai fatti l’esito della partita e sul quale l’Empoli ha fortemente e giustamente contestato, Garcia evita abilmente il tema affermando:

Non posso dire nulla. Non l’abbiamo visto l’episodio dal campo, rivedendolo in tv dico che il direttore di gara era in ottima posizione per giudicare, quindi bisogna avere fiducia sulla sua decisione“. Peccato che quando si tratta di un rigore a favore della Juventus, il francese sfoggia il violino e tutto il suo pensiero anti-juve senza vergogna.

Uno scambio di battute Garcia lo ha dedicato anche per quanto riguarda il calciomercato: “Destro incedibile? Sul piano economico non parlo io ma il presidente. Mi sembra che nel mondo non ci sia nessun giocatore incedibile. Spero che il 2 febbraio arrivi presto cosi’ potro’ dire che Mattia Destro e’ e sara’ un giocatore della Roma. Mi piace Stevan Jovetic, ma anche Dzeko, Aguero e tutti gli altri attaccanti del City. Noi dobbiamo solo aspettare il ritorno di Gervinho e Keita dalla Coppa d’Africa. Abbiamo pareggiato troppo nelle ultime gare. Adesso dobbiamo recuperare energie. Per fortuna la Fiorentina giochera’ domani, cosi’ potremo giocare una bella partita domenica“.