POLITICA NEWS – L’ottavo discorso dell’ultimo dell’anno del Presidente Napolitano ha subito provocato la reazione di Beppe Grillo, già anticipato nei giorni scorsi, rappresentante dei Movimento 5 Stelle. Dal Blog di Beppe Grillo, il leader di M5S ha rilanciato l’impeachment per il Capo dello Stato, Napolitano: “Presenteremo la richiesta a gennaio e spero che come Cossiga si dimetta prima. Non può più permettersi di bloccare l’Italia”.

Beppe Grillo ha poi attaccato sulla legge elettorale: “Si torni al Mattarellum, si voti e se ne occupi il nuovo Parlamento. Non si può chiedere a dei ladri di fare una legge sui furti”. Grillo ha poi commentato anche riguardo l’Europa: “E’ contro gli interessi nazionali. Sarà diverso se il M5S ci arriverà”. E infine gli auguri di buon anno di Beppe Grillo: “Niente parolacce né grida.

Vi dico: Vinceremo”.

Beppe Grillo ha poi speso alcune parole del discorso a favore dell’abolizione della consulta e dell’euro: “Non faccio concorrenza al presidente della Repubblica, io ho sempre fatto questi discorsi alla fine dell’anno. E’ lui che si sovrappone a una voce popolare”. Nel suo discorso di fine anno, Beppe Grillo risponde al discorso di San Silvestro del Presidente Napolitano, aggiungendo anche che “La Corte Costituzionale ci ha messo sei anni per dire se la legge elettorale è incostituzionale. La Corte è un organo politico e andrebbe abolito ed essere composta da cittadini scelti a sorte”. Un ultimo pensiero nel discorso lo dedica all’euro: “L’euro non è un tabù. Decidano gli italiani con un referendum”.