MCDONALD’S – La maggiore catena di ristoranti fast food del mondo si scusa per i manifesti pubblicitari che ironizzano sulla depressione, apparsi a Boston in questo mese di aprile 2013.

L’immagine di una donna affranta, il volto nascosto dalla mano; un’icona tipica dello stato depressivo, il rinchiudersi in sé stessi, accompagnato dallo slogan: “You’re Not Alone” (Tu non sei solo) e più in piccolo, “Millions of people love the Big Mac” (Milioni di persone amano il Big Mac).

Un errore non intenzionale, da cui la McDonald’s Corporation si dissocia. Scherzare e ironizzare sul disagio psicologico, non deve succedere… Nemmeno da McDonald’s!

In una dichiarazione alla rivista Time, Nicole Dinoia, rappresentante di McDonald’s per la zona di Boston, conferma che il manifesto pubblicitario non aveva ricevuto l’approvazione da McDonald’s

Corporation e di conseguenza si sta provvedendo a rimuoverlo quanto più rapidamente possibile.

La Arnold Worldwide, una agenzia di pubblicità con sede a Boston, che ha creato l’annuncio, nella voce del suo presidente, Pam Hamlin, dichiara: “Arnold si scusa per il suo errore con McDonald’s e con tutti coloro che si sono sentiti offesi per la pubblicità. McDonald’s non ha approvato il manifesto, e il suo rilascio è stato un nostro errore non intenzionale. Abbiamo affrontato la questione e migliorato il processo di approvazione per assicurare che episodi come questo non accadano in futuro“.