La Luna, frammenti di essa, portati a Terra dagli astronauti e donati a musei, istituzioni e privati. Pezzi di Luna poi smarriti e talvolta ritrovati, venduti in una sorta di mercato nero. Le piccole parti di rocce lunari sono i pezzi del puzzle che il texano Joe Gutheinz sta cercando di raccogliere: ritrovare la Luna, un pezzo alla volta, farne un inventario, rimettere i pezzi in mostra nei musei, evitare la compravendita tra collezionisti. Ed è recente la notizia che un pezzetto di Luna sia stato messo in vendita persino su eBay, la piattaforma che offre la possibilità di vendere e comprare oggetti di ogni tipo.

Rafael Navarro, produttore di giocattoli colombiano, afferma di essere in possesso di un pezzo di Luna.

0,3 grammi del pianeta, un pezzetto grande come un chicco di riso. Valore su eBay: 300 mila dollari.

Navarro, 67 anni, ha dichiarato di non temere possibili ricadute per il possesso illegale di quello che potrebbe essere di proprietà del governo federale: “La NASA non può dimostrare di essere mai stata proprietaria di questo frammento di roccia lunare“, ha detto. Ed è anche convinto di non rischiare accuse di frode per la vendita di qualcosa come fosse una roccia lunare, quando potrebbe non esserlo.

Curiosa anche la rocambolesca disavventura del presunto pezzo di Luna: Navarro l’avrebbe avuta da una cameriera, ormai anziana e in precarie condizioni di salute, che aveva lavorato per un diplomatico venezuelano il quale sosteneva che fosse proprio un frammento di roccia lunare.