MEGAUPLOAD FBI SPYWARE SKYPE – Dopo l’autorizzazione a procedere alla cancellazione dei files illegali contenuti nei server di Megavideo e Megaupload, l’FBI americana ha ottenuto dal tribunale il permesso di accedere alla posta elettronica e alle conversazioni chat di Skype dei lavoratori delle due compagnie.

Il fatto e’ che le conversazioni in mano all’FBI, secondo il sito Cnet, sono antecedenti (anche di 5 anni) all’autorizzazione del tribunale, quindi, anche se non

ci sono state conferme ufficiali, l’FBI deve aver usato sistemi spyware per carpire queste conversazioni prima dell’autorizzazione legale.

L’operazione contro Megaupload continuare a scioccare il mondo internet dal 19 gennaio (quando l’FBI ha bloccato il servizio e ha arrestato alcuni dei suoi leader) mano a mano che si vengono a conoscere i dettagli delle indagini e delle attività compiute dall’FBI.