Le nuove sigarette elettroniche, pretendono di offrire la stessa razione di nicotina, ma senza provocare lo stesso danno alla salute al fumatore e a quelli che gli stanno attorno (fumo passivo).

Uno studio condotto nel 2010 dai ricercatori della School of Public Health dell’Università di Boston, e’ arrivato alla conclusione che le sigarette elettroniche sono più sicure delle sigarette reali.

Nel rapporto, il livello degli agenti cancerogeni nelle sigarette elettroniche ha dimostrato di essere fino a mille volte più piccolo rispetto alle sigarette normali, ma non per questo completamente assente.

Queste e-sigarette sono offerte con livelli diversi di nicotina, dai più alti contenente 24 milligrammi, ai più bassi con 8 mg.

Secondo lo studio, le sigarette comuni contengono più di 4 mila sostanze chimiche che provocano il cancro, mentre le sigarette elettroniche forniscono solamente la dose di nicotina.