Cosa succede con le stories di WhatsApp (aggiornamento ultima versione)

WhatsApp sempre più social assomigliando a Facebook Instagram e Snapchat. L’app di messagistica istantanea infatti lancia gli aggiornamenti di stato (stories) visibili per 24 ore. Anche WhatsApp quindi insegue l’onda lunga di Instagram e Facebook, e punta a farsi più social network. L’ispirazione sembra arrivare da Snapchat. Arrivano, infatti, gli aggiornamenti di stato comprensivi di foto, video e Gif animate, i quali saranno visibili solo a tempo determinato: 24 ore. In forma del tutto analoga alle “stories” a scomparsa inventate da Snapchat e replicate dalla società di Zuckerberg.

Oggi il lancio della nuova funzione su WhatsApp

La novità arriva a otto anni dal debutto dell’app di messaggistica, avvenuto il 24 febbraio del 2009.

Ora la chat conta oltre un miliardo di utenti nel mondo. “Quando abbiamo lanciato WhatsApp l’idea era quella di creare un’app per la condivisione di aggiornamenti di stato, poi abbiamo notato che le persone la utilizzavano per comunicare in tempo reale abbiamo ridisegnato WhatsApp rendendola un’applicazione di messaggistica istantanea“, ricorda Jan Koum, uno dei fondatori della società insieme a Brian Acton.

Ogni giorno – aggiunge – vengono inviati 50 miliardi di messaggi su WhatsApp. Questo dato comprende più di 3,3 miliardi di foto, 760 milioni di video e 80 milioni di Gif. Nel corso dell’ultimo anno, il numero di immagini condivise è raddoppiato mentre quello di video è triplicato“.

La nuova funzione sarà disponibile a partire da oggi. “È possibile rispondere privatamente ai propri amici e controllare chi vede gli aggiornamenti di stato personali. Tutti gli aggiornamenti scompariranno dopo 24 ore. E così come accade per gli altri messaggi è possibile applicare la funzione ‘silenzioso’ quando si preferisce“, spiega la società.

Domanda: ma ne aveva veramente bisogno WhatsApp?