VERSO ITALIA BRASILE DI CALCIO – Giovedì prossimo, giorno di primavera (21 marzo), si giocherà l’amichevole di lusso Italia-Brasile a Ginevra, e il tecnico della nazionale Cesare Prandelli, alla ripresa dei lavori a Coverciano, non riesce a dimenticare le polemiche dell’ultima giornata di campionato, quando cioè l’allenatore della Juventus, Antonio Conte, andò a festeggiare sotto la curva dei tifosi del Bologna, dopo 90 minuti passati a ricevere insulti.

Cesare Prandelli in conferenza stampa ritorna sull’argomento per affrontare il tema del clima rovente del nostro calcio. Facendo il punto della situazione e ricordando che tutti devono dare il loro contributo nel mantenere l’ambiente calmo e rilassato nonostante il fatto che “calcio” significa anche “passione“, Prandelli dichiara:

Noi siamo responsabili del nostro comportamento, che è determinante per tanti discorsi. Iniziamo noi a comportarci diversamente, poi potremo gonfiare il petto. Se ci sono delle manifestazioni violente bisogna avere la forza di reagire, ma con educazione. C’è modo e modo di essere presente a un problema“.

Prima della conferenza stampa di Prandelli è stata mostrata al pubblico la maglietta ufficiale della nazionale che gli azzurri indosseranno durante Italia-Brasile e poi nella Confederations Cup del prossimo giugno, maglietta che è piaciuta molto anche a Andrea Pirlo e Gigi Buffon (Juventus).