ULTIMA INVENZIONE – Un gruppo di ricercatori spagnoli dell’Universita’ “Pompeu Fabra” di Barcellona in collaborazione con il laboratorio MediaLab Hangar, hanno creato un dispositivo che permette di vedersi e sentirsi nel corpo di un’altra persona, per meglio comprendere come si sente essere del sesso opposto, oppure di un’altra razza o che emozioni vive un disabile. L’invenzione dell’apparecchio e’ stato possibile grazie alla realtà virtuale, completo di camera web, microfoni e cuffie, grazie alle quali una persona puo’ sentire tutto quello che prova l’altra persona “connessa“.

L’illusione vissuta dal cervello umano mentre si trova al posto di un altro, è molto dettagliata e studiata dalle neuroscienze. Così gli scienziati di Barcellona (EventLAB) stanno studiando in questi ultimi anni come il cervello si adatta alla realtà virtuale quando il soggetto è praticamente immerso in diverse situazioni. Il nuovo progetto si chiama The Machine To Be Another (La macchina per essere un’altro).