Strage Charlie Hebdo a ParigiPARIGI – E’ in corso il raid delle forze speciali francesi alla periferia di Reims dove sono stati localizzati i due presunti killer dell’assalto alla sede del giornale satirico Charlie Hebdo e il loro complice 18enne. Poche ore fa erano stati trovati i documenti d’identita’ dei killer che li avevano lasciati nell’auto, una Citroen C3, usata per scappare vicino alla Porte de Pantin, a Parigi.

Si tratta, secondo la polizia francese, di due fratelli franco-algerini. Sono sospettati di essere gli autori della strage di Parigi. I due fratelli, Said e Cherif, già noti ai servizi di sicurezza, avevano un giovane complice, Amid, di 18 anni, il quale si pensa fosse stato alla guida delle diverse auto durante l’operazione.

Questo e’ senza dubbio un mistero: come puo’ essere che due killer capaci di compiere una strage del genere, si siano “dimenticati” le proprie carte d’identita’ nell’auto? Nel frattempo, la risposta dei media all’atto di terrorismo islamico e’ stata forte in tutto il mondo.