Meteo Italia divisa: tempo instabile al Nord, afa al Sud. Tromba d'aria a Modena

Aggiornamento Meteo: Tromba d’aria a Modena. Una violenta tromba d’aria ha colpito Fiorano Modenese e altre zone nelle vicinanze. Da quanto si sa ci sono state un centinaio di telefonate ai vigili del fuoco per richieste di interventi. Molti gli alberi caduti e tetti danneggiati dal vento. Le situazioni più gravi segnalate, una casa scoperchiata, e il crollo di una stalla al cui interno vi erenao degli animali. Non ci sono feriti, come riporta Rai News, ma i danni sono ingenti. Ripercussioni anche sul traffico,con allagamenti, segnali stradali volati via e tegole finite in strada.

~~~

Italia divisa: tempo instabile al Nord, afa al Sud. In Veneto violenti nubifragi, nel meridione caldo e siccità. Novara, bimbi annegano nel lago d’Orta. 13enne scompare nell’Adda, come riporta Sky News. Allagamenti e frane al Nord, afa e siccità al Sud: è un’Italia divisa in due, sul fronte meteorologico, quella che ci si presenta in questa prima parte dell’estate.

Dopo il gran caldo, le forti piogge

In molte regioni del Nord d’Italia è allerta meteo. Violenti nubifragi, vento e grandine hanno colpito, ieri, Lombardia, Trentino, Emilia Romagna e Veneto. Qui la situazione più grave si è registrata ad Enego, in provincia di Vicenza, dove un fiume di fango e detriti ha invaso la frazione di Fossa di Sotto, sradicando anche i pali della rete elettrica. Il comune ha deciso di chiedere, insieme a quello di Vittorio Veneto, lo stato di calamità naturale. Frane e smottamenti anche in molte zone dell’Alto Adige.

Nei pressi della diga di Funes, a nord di Chiusa, una frana si è abbattuta sulla strada statale 12 causandone l’interruzione. Lo smottamento ha coinvolto otto auto, fortunatamente senza ferire nessuno. Una tromba d’aria, invece, si è abbattuta in provincia di Brescia. Il maltempo non ha risparmiato nemmeno Milano su cui si è abbattuto un nubifragio con pioggia intensa accompagnata da raffiche di vento e continue scariche di fulmini.

Caldo intenso al Sud

In tutte le regioni settentrionali si è registrato un drastico abbassamento delle temperature. In Piemonte e Lombardia si attendono nei prossimi giorno nuove perturbazioni, con rischio di forti temporali. Niente pioggia, invece, al Sud, dove non si esclude che il termometro possa schizzare oltre i 40 gradi. Sette, le città da bollino rosso indicate dal bollettino sulle ondate di calore del ministero della Salute.

Da oggi e per tre giorni massima allerta su Ancona, Cagliari, Campobasso, Frosinone, Latina, Perugia e Pescara. Alle quali mercoledì si aggiungeranno Roma e Rieti. L’afa colpirà anche Puglia, Calabria e Sicilia. Solo domenica l’ondata di calore dovrebbe interrompersi.

Allarme siccità

Se al Nord le piogge di questi giorni hanno concesso una piccola tregua sul fronte della siccità, pur non risolvendo il problema, al Sud è previsto un peggioramento della situazione. La persistenza di temperature elevate e l’intensa ventilazione contribuiranno, inoltre, a innalzare il livello di pericolo di incendi.

Crisi idrica a Roma

La crisi idrica che sta interessando la penisola ha colpito anche Roma, che guarda con preoccupazione all’abbassamento del livello dell’acqua del lago di Bracciano, sceso

di 1,40 metri. Intanto, dopo l’ordinanza anti spreco d’acqua dei giorni scorsi della sindaca Raggi, l’Acea sta valutando la possibilità di chiudere i “nasoni”, le storiche fontanelle della Capitale.

I tecnici daranno una risposta al Campidoglio entro la prossima settimana, indicando quante saranno le fontanelle interessate dallo stop. L’ipotesi è una chiusura parziale. Al vaglio anche il passaggio dal flusso continuo a quello regolato.

Lago d’Orta, annegano due bambini di 10 anni

Tragedia sul lago d’Orta, in Piemomente, dove due bambini di 10 anni sono morti annegati nel tentativo di recuperare un pallone finito in acqua. Si tratta di due cuginetti senegalesi, in gita con le loro famiglie. Secondo una prima ricostruzione, i bambini sono entrati in acqua per recuperare il pallone con cui stavano giocando in riva al lago.

Un passo dopo l’altro sono arrivati in un punto dove non toccavano più il fondo, e sono scomparsi sotto la superficie. Sembra che i due cuginetti fossero entrati nel lago insieme ad altri bambini, di età compresa fra gli 8 e i 12 anni, che però sono riusciti a tornare a riva sani e salvi. I primi soccorsi sono arrivati dagli occupanti di una delle imbarcazioni presenti.

Davanti agli occhi atterriti dei genitori, degli zii e degli altri cuginetti, il gruppo è riuscito ad afferrare uno dei bambini e a portarlo a riva, ma i tentativi di rianimazione sono stati inutili. Per recuperare il secondo corpo, rimasto sul fondo, è stato necessario l’intervento di una squadra specializzata di sommozzatori dei vigili del fuoco, arrivata in elicottero.

13enne scomparso nel fiume Adda

Poche ore prima un altro incidente si era verificato nell’ Adda, dove un 13enne di nazionalità marocchina è scomparso nelle acque del fiume mentre stava facendo il bagno assieme a un fratello minore. Sorpresi dalla corrente che si è ingrossata improvvisamente, il più piccolo è riuscito a ritornare a riva e a riabbracciare i suoi genitori mentre il tredicenne non è più stato visto.

L’allarme è scattato poco prima delle 15 e sono arrivati sul posto i vigili del fuoco di Lodi con una squadra fluviale e gommoni, l’elicottero del Nucleo Volo di Varese, i sommozzatori da Milano. Sul posto anche ambulanze, un’automedica e i carabinieri di Zelo Buon Persico con quelli della Compagnia di Lodi.