LA DECISIONE DI MARGHERITA HACK – Motivo di dibattito sul web, la scelta dell’astrofisica, età 90 anni compiuti il 22 giugno del 2012, che ha deciso di non operarsi. Nell’intervista che la scienziata ha rilasciato al quotidiano “iI Piccolo”, è stata chiara e decisa: niente operazione al cuore, anche se i problemi cardiaci si sono riacutizzati.

Preferisco così, volevo stare in pace, inutile campare cinque anni di più male, meglio stare a casa con il mio lavoro e i miei animali”.

Margherita Hack, atea e iscritta all’Associazione Luca Coscioni per la libertà di cura e di ricerca scientifica, animalista convinta e vegetariana sin da bambina, presidente onorario della U.A.A.R., Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, la sua scelta di non sottoporsi all’operazione appare perfettamente coerente con la sua filosofia di vita e la sua etica esistenziale.

La Hack, che ritiene l’eutanasia un diritto, ha sottoscritto nel 2011 il proprio testamento biologico.