INVASIONE DI LOCUSTE IN ISRAELE – Come resistere ai paragoni biblici con le locuste che sciamano sull’Egitto prima dell’esodo, l’ottavo dei 10 flagelli divini? O come non ricordare, guardando le immagini, le terribili scene del film “uccelli” di Hitchcock? Questa volta si tratta proprio di vere e non simboliche locuste migratrici, uno sciame gigantesco che attraverso il Sinai, ha raggiunto Israele. La zona colpita dall’invasione è quella dei terreni un tempo desertici del Negev. 800 ettari che ora sono destinati alle coltivazioni e i cui raccolti sono in serio pericolo a causa dell’invasione di locuste.

Israele aveva annunciato di essere in allerta per l’arrivo delle locuste già da lunedi, dopo che grandi sciami erano stati avvistati nella zona del Cairo. L’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite aveva avvertito che le condizioni del vento e il clima aumentavano le possibilità di un’invasione. Da martedì, cavallette delle dimensioni di piccoli uccelli sono arrivate sui balconi e nei giardini del centro e del nord di Israele.

La più grande concentrazione, una minacciosa nuvola nera di milioni di insetti, si è stabilita nei pressi del piccolo villaggio rurale di Kmehin nell’ex deserto del Negev, non lontano dal confine con l’Egitto.

Scienza e tecnologia cercano di far fronte al problema: pesticidi vengono spruzzati in quantità massicce, nel tentativo di eliminare l’enorme sciame di locuste che minaccia le colture nel sud di Israele e Gaza. Il ministero dell’Agricoltura ha riferito che era dal 2005 che non avveniva un evento di questo tipo, e ha ricordato che un’invasione di locuste ancora peggiore ci fu nel 1950.

Ma ecco le immagini, in un video YouTube, dello sciame di cavallette in Israele.