SILVIO BERLUSCONI: “In molti mi chiedono di ricandidarmi” – Il Cavaliere torna con una nota ufficiale, la dichiarazione è che è pronto a ricandidarsi per salvare il Paese “sull’orlo del baratro”.

Le parole di Berlusconi valgono più di qualsiasi commento: “Sono assediato dalle richieste dei miei perché annunci al più presto la mia ridiscesa in campo. La situazione oggi è ben più grave di un anno fa quando lasciai il governo. (…) Non lo posso consentire e ciò determinerà le scelte che prenderemo assieme nei prossimi giorni“.

Economia, disoccupazione, il debito del Paese, il crollo del potere d’acquisto, la pressione fiscale, l’IMU. Ancora: le imprese in difficoltà, l’edilizia e il mercato dell’auto. Naturalmente, le famiglie italiane. Gli ingredienti ci sono tutti, e il Cavaliere è pronto a scendere di nuovo in campo perché “non è più possibile andare avanti così”, non può consentire che l’Italia, il suo Paese, precipiti in una spirale recessiva senza fine.

La certezza, per ora, è che il vertice del Pdl è finito male, 4 ore che non hanno portato ad alcuna conclusione se non a quella che all’interno del partito esistono “diversità”. Silvio Berlusconi non avrebbe espresso chiaramente le sue intenzioni su una possibile ricandidatura a premier, e nemmeno sul futuro del partito e sulla rinascita di Forza Italia. Nessuna chiarezza sulla posizione riguardo alla legge elettorale e l’eventuale intesa con il Pd, e neppure conferme o smentite sull’idea di far mancare il sostegno al governo Monti. Resta la certezza della battaglia sull’election day. E il seguito delle discussioni, con il dubbio sulla ricandidatura del Cavaliere, è previsto per oggi, 6 dicembre, alle ore 13:30.

Lo scontro con Bersani è alle porte?