L'attuale situazione economica e geopolitica per Europa e Italia

Le borse europee non confermano il trend dei mercati che aveva concluso la scorsa settimana. Dati al negativo con Milano che non riesce fino in fondo a sfruttare lo stream positivo di Wall Street, che durante la giornata di lunedì ha concluso con uno sprint tutto in positivo, mentre prosegue il buon momento delle borse e dei mercati asiatici. Tokyo in particolare sta dimostrando di essere reattiva e di avere un momento buono, dopo un avvio 2017 piuttosto contrastato. La notizia del giorno è però legata, in chiave macro economica, alla vittoria di Tayyp Erdogan in Turchia, e ancora di più alle preoccupazioni vincolate al voto in Francia, dove le previsioni e i sondaggi non sono certo favorevoli in ottica di Eurozona. Situazione complessa e tesa sullo scacchiere geopolitico, con il sud est asiatico in fibrillazione, e l’asse Mosca-Washington sempre più vicino allo scontro ideologico. Un momento davvero difficile e delicato, che spesso di riflette con segnali contrastanti per quanto riguarda i mercati e le borse valori.

Piazza Affari non approfitta del buon momento di Wall Street

Da un lato quindi spaventa e preoccupa l’avanzata cinese, che nel corso del suo primo trimestre registra un +1,3 mentre su base annua si aggira verso un +6,9%. Perde invece terreno la sterlina inglese, sia rispetto al dollaro statunitense, sia nei confronti dell’Euro che tra alti e bassi riesce comunque a distinguersi reggendo bene i colpi delle borse europee. Per quanto riguarda l’Italia, la borsa valori di Piazza Affari registra dati contrastanti che potrebbero creare le basi per avere una settimana piuttosto reattiva e con una chiusura positiva della settimana.

Su tutti spiccano in effetti i dati che da Francoforte a Londra, passando per Parigi sono una cattiva sorpresa per gli investitori europei.

Non riesce l’effetto traino di Wall Street, e in effetti in qualche modo pesano sia i dati macro, che la situazione politica sempre più instabile. Probabilmente la svolta autoritaria della Turchia ha già avuto un effetto di trend negativo sui mercati europei. Entrando però nello specifico, buone opportunità di trading per il forex con trade.com visto che sul discorso valutario si registrano dati buoni per lo scambio tra euro e dollaro statunitense. Lo scambio resta al di sopra della soglia 1,06 con punte vicine all’1,065.

Focus sui mercati: il settore energetico in fase ribassista

Piazza Affari mostra il cross in area Mediaset, mentre Tim registra un calo che rappresenta la terza settimana consecutiva di prestazioni non all’altezza del titolo. Resta da dire che è un momento piuttosto complesso anche per il settore petrolifero, mai in basso come nelle ultime sedute. In particolare per la Saipem bisogna pagare la nuova esclusione dai progetti di Gazprom. Sul settore in generale si fa sentire il report di giovedì scorso dell'International Energy Agency che ha ridotto per il secondo mese consecutivo la stima di domanda globale. Sull’Italia però sembra avere un peso significativo, in questo frangente il difficile equilibrio economico e politico internazionale. Bisogna certo tener presente come la crescita si sia messa in moto, anche in Europa, ma qui sussistono incertezze politiche, che tra Parigi e Washington pare abbiano un peso sull’Europa tutta e in particolare sull’Eurozona.