Altro tabù sfatato: cani e gatti riducono rischio di allergie infantili e obesità

I neonati e i bambini che vivono con animali (tipo cani o gatti) fin da piccoli, stanno in contatto con alcuni batteri che rinforzano il sistema immunitario. In questo modo viene ridotto il rischio di allergie infantili e l’obesità. E’ la conclusione alla quale è arrivato uno studio della University of Alberta, in Canada, e pubblicato sulla rivista Microbiome.

Uno studio nel quale viene rivelato come i bambini che hanno vissuto fin dalla loro nascita con un animale domestico (70% erano cani) hanno i batteri intestinali alterati, favorendo il loro sistema immunitario quando esposti a sporco e batteri presenti in pelo e zampe dei cani.

In particolare, il bambino aveva fino al doppio di batteri in più come Ruminococcus e Oscillospira quando era presente un animale domestico in casa. Inoltre, adesso sappiamo che il bambino acquisisce questi batteri (vincolati a minor rischio di allergie e obesità) quando è nel grembo materno.

Anche se gli scienziati ammettono che hanno bisogno di più ricerche per confermare questa scoperta, credono che in futuro si potranno probabilmente vendere pillole con questo tipo di batteri per prevenire le allergie.