Anonymous non tollera i “crimini” del Vaticano

ANONYMOUS ATTACCA IL VATICANO – Gli hacker, più famosi del web e non solo, attaccano ancora il sito del Vaticano perchè secondo Anonymous, come si legge...

giovedì 15/03/2012 Ore 16:35

ANONYMOUS ATTACCA IL VATICANO – Gli hacker, più famosi del web e non solo, attaccano ancora il sito del Vaticano perchè secondo Anonymous, come si legge in uno dei loro blog: “i ripetitori usati con potenze di trasmissione largamente fuori dai limiti di legge. Ed è tristemente nota la correlazione fra l’esposizione a onde elettromagnetiche di elevata intensità e l’insorgere di gravi malattie neoplastiche quali la Leucemia, il cancro e svariate altre terribili patologie. Tanti cittadini che hanno la sfortuna di risiedere in prossimità dei vostri ripetitori hanno intentato cause legali, in seguito al declino delle loro condizioni di salute. Anonymous non può tollerare che questi crimini continuino impunti, e vi ricordiamo che siete “ospiti” sul suolo Italiano”.  

Quindi i pirati della rete vogliono punire questo abuso che danneggerebbe la salute delle persone. Già in passato si parlò di “inquinamento elettromagnetico” ma poi la notizia “morì” come se fosse tutto in regola. Inoltre Anonymous minaccia pure il Vaticano riguardo a dei dati di un’agenzia che parlava di “insuccesso” da parte degli hacker: “Vi consigliamo di rivolgersi ad altre aziende, poiché quelle informazioni erano reperibili pubblicamente da chiunque avesse un minimo di dimestichezza con il web, ed in secondo luogo poiché, rendendole pubbliche, vi siete procurati un danno ancora maggiore”. 

Si riferiscono al report di Imperva, un’azienda californiana di sicurezza digitale, che ha tracciato le azioni di Anonymous sul sito del Vaticano. In realtà, secondo quanto scritto dal Corriere della Sera, il rapporto pubblicato dal Vaticano, riguardo all’analisi dell’azienda californiana, si riferirebbe all’attaco del 2011.

TAGs

Condividi la notizia di oggi dal titolo Anonymous non tollera i “crimini” del Vaticano